Eventi


Stampa

Pannelli esposti nello stand alla XX BMTA – anno 2017

http://www.borsaturismoarcheologico.it/

La XXI Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico si terrà (grande ritorno!)

 dal 15 al 18 novembre 2018 

Hotel Ariston – via Laura – Paestum  

All’interno comunicato stampa e la proposta dei Gruppi Archeologici d’Italia alla XXI BMTA  – leggi e scarica 

Paestum, Salerno XXI Edizione dal 15 al 18 novembre 2018   

La Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico si conferma un evento originale nel suo genere: sede dell’unico Salone espositivo al mondo del patrimonio archeologico e di ArcheoVirtual, l’innovativa mostra internazionale di tecnologie multimediali, interattive e virtuali; luogo di approfondimento e divulgazione di temi dedicati al turismo culturale ed al patrimonio; occasione di incontro per gli addetti ai lavori, per gli operatori turistici e culturali, per i viaggiatori, per gli appassionati; opportunità di business nella suggestiva location del Museo Archeologico con il Workshop tra la domanda estera selezionata dall’Enit e l’offerta del turismo culturale ed archeologico.

Un format di successo testimoniato dalle prestigiose collaborazioni di organismi internazionali quali UNESCO, UNWTO e ICCROM oltre che da circa 10.000 visitatori, 120 espositori con 25 Paesi esteri, 70 tra conferenze e incontri, 300 relatori, 100 operatori dell’offerta, 100 giornalisti.

Il Parco Archeologico (Salone Espositivo, ArcheoExperience, ArcheoIncontri), il Museo Archeologico Nazionale (ArcheoVirtual, Conferenze, Workshop con i buyers esteri), la Basilica Paleocristiana (Conferenze, Premi ArcheoLavoro, Incontri con i Protagonisti) sono le suggestive location della Borsa.

Nel sottolineare sempre più l’importanza che il patrimonio culturale riveste come fattore di dialogo interculturale, d’integrazione sociale e di sviluppo economico, ogni anno la Borsa promuove la cooperazione tra i popoli attraverso la partecipazione e lo scambio di esperienze: Egitto, Marocco, Tunisia, Siria, Francia, Algeria, Grecia, Libia, Perù, Portogallo, Cambogia, Turchia, Armenia, Venezuela, Azerbaigian, India sono stati negli anni i Paesi Ospiti. La stretta collaborazione con le Regioni determina anche la scelta di una Regione Ospite Ufficiale.

Numerose le sezioni speciali: ArcheoExperience, Laboratori e Rievocazioni nella più grande rassegna di Archeologia Sperimentale in Italia; ArcheoIncontri per conferenze stampa e presentazioni di progetti culturali e di sviluppo territoriale; ArcheoLavoro orientamento post diploma e post laurea con presentazione dell’offerta formativa a cura delle Università presenti nel Salone; ArcheoStartUp in cui si presentano nuove imprese culturali e progetti innovativi nelle attività archeologiche; Incontri con i Protagonisti nei quali il grande pubblico interviene con i noti divulgatori della TV; Premio “A. Fiammenghi” per la migliore tesi di laurea sul turismo archeologico; Premio “Paestum Archeologia” assegnato a coloro che contribuiscono alla valorizzazione del patrimonio culturale; visite guidate ed educational per giornalisti e visitatori.

Dal 2015 si è aggiunto l’International Archaeological Discovery Award “Khaled al-Asaad”, il Premio intitolato al Direttore del sito archeologico di Palmira, che ha pagato con la vita la difesa del patrimonio culturale: la Borsa e Archeo in collaborazione con le riviste media partner internazionali Antike Welt (Germania), Archéologie Suisse (Svizzera), Current Archaeology (Regno Unito), Dossiers d’Archéologie (Francia) selezionano e premiano le principali scoperte archeologiche dell’anno.

Nel Salone Espositivo partecipano Istituzioni, Enti, Paesi Esteri, Regioni, Organizzazioni di Categoria, Associazioni Professionali e Culturali, Aziende e Consorzi Turistici, Società di Servizi, Case Editrici.

*******************************************************************************************************************************

Attività dei Gruppi Archeologici d’Italia

Settore Organizzazione Grandi Eventi

Resp. Felice Pastore – v. Direttore Nazionale

IL TEMA DI QUEST’ANNO:

Arte, Cultura e Tradizione pastorale dall’intaglio del legno alla ritualità  giornaliera

è il tema, condiviso già con la Direzione Nazionale dei Gruppi Archeologici d’Italia, proposto per la partecipazione alla XXI Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum, che si terrà dal 15 al 18 novembre 2018. Il tema ha preso spunto da un convegno tenutosi sabato 9 dicembre 2017 a Oliveto Lucano in provincia di Matera  “Arte Pastorale di intaglio del legno”. La manifestazione, promossa dal Comune di Oliveto Lucano e dalla Pro Loco “Olea”, rientrava tra le “Iniziative di promozione e comunicazione del Patrimonio culturale intangibile della Basilicata. L’obiettivo è stato quello di valorizzare la figura professionale dell’intagliatore affinché tutti gli appassionati del legno facciano dell’intaglio una vera e propria professione.

La presenza della nostra Associazione alla XXI Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum avrà le stesse modalità di partecipazione degli anni precedenti: accoglienza hotel Pace – stand hotel Ariston – consiglio nazionale venerdì 16 novembre salone hotel Pace – convegno sul tema sabato 17 novembre.

Lo stand concesso gratuitamente dalla Leader Sas e dal proprietario Cav. dott.Ugo Picarelli, ideatore e fondatore della BMTA, sarà scenografato con grandi pannelli espositivi,  ricchi di fotogrammi .jpg (300 pixels/pollice) inviatoci dai Gruppi, rappresentativi della cultura materiale dell’arte pastorale in Italia, sviluppatasi lungo tutta l’area appenninica durante l’età del Bronzo. All’interno dello stand saranno anche esposti riproduzioni di vasi di argilla fatti da artigiani lucani e calabresi oltre alle vetrine con prodotti caseari.

Inoltre, sabato mattina 17 novembre 2018, dalle ore 10.00 alle ore 14.30 sarà organizzato con relatori del settore un convegno

dal tema:

Arte, Cultura e Tradizione pastorale dall’intaglio del legno alla ritualità  giornaliera. 

Un’ approccio demo-etno-antropologico dall’antichità ad oggi  

 

Hotel Pace – convenzionato 2018